Categoria: News

Le questioni urgenti che l’Europa vuole discutere con Mark Zuckerberg 0

Le questioni urgenti che l’Europa vuole discutere con Mark Zuckerberg

“Se fossi in lui considererei con attenzione la nostra richiesta”. È molto diretta Sophie In ’t Veld, parlamentare europea olandese, vicepresidente del Gruppo dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa, e tra le figure più attive sui diritti digitali e la privacy nel Vecchio Continente. “Lui” è Mark Zuckerberg. Che lo scorso giovedì è stato invitato dal Parlamento europeo a presentarsi davanti a tre sue commissioni.
Cosa vuole dirgli il Parlamento europeo Non c’è ancora una data, e nemmeno una risposta (né un potere legale per obbligarlo a presentarsi) ma – come conferma ad Agi In ‘t Veld – i parlamentari europei “vogliono innanzitutto dirgli alcune cose, prima ancora di fare domande. E la prima è che lui collabori con noi e faccia in modo di seguire le nostre regole”.
Sul piatto del possibile incontro tra il fondatore di Facebook e l’Europa ci sono vari temi: informazioni sui 2,7 milioni di profili europei finiti a Cambridge Analytica, come evidenziato giorn..

 “L’uomo non può più sopraffare la natura”. L’architetto Cucinella racconta l’installazione all’Orto Botanico di Brera 0

 “L’uomo non può più sopraffare la natura”. L’architetto Cucinella racconta l’installazione all’Orto Botanico di Brera

Se vi capita di passare per l'Orto Botanico di Brera, in questi giorni, vi capiterà di osservare 700 mini case di luce, tutte diverse tra loro, che punteggiano il giardino. È l'installazione creata dall'architetto Mario Cucinella per il fuorisalone di quest'anno, un progetto creato insieme alla SOS School (school of sustainability), una scuola post-laurea con base a Bologna, impegnata nella formazione di figure professionali nel campo della sostenibilità.
Un'idea fortemente voluta da Eni Gas e Luce, in partnership con Hive, per raccontare come “il rapporto tra energia e design, grazie alla contaminazione portata dalla tecnologia, serva a migliorare la vita degli italiani all'interno delle loro case”. A sostenerlo, durante la conferenza stampa di presentazione all'Università statale di Milano, è Alberto Chiarini, amministratore delegato di Eni Gas e Luce che ha anche sottolineato come l'azienda “abbia il dovere di portare avanti un discorso sul r..

Con Google i siti archeologici si visitano da casa. Nel progetto 3 meraviglie italiane 0

Con Google i siti archeologici si visitano da casa. Nel progetto 3 meraviglie italiane

In occasione della prossima Giornata Internazionale dei Monumenti, che si celebra mercoledì 18 aprile, Google lancia il progetto “Open Heritage”: un'iniziativa mondiale per mappare e creare modelli 3D di aree archeologiche a rischio. L’idea non è nuova, nemmeno per la stessa Google che negli ultimi 7 anni, ha avviato collaborazioni con 1.500 musei di oltre 70 Paesi per portare online le loro collezioni e mettere il patrimonio culturale dell’umanità a portata di clic. Ma è la prima volta che alcune delle meraviglie più a rischio si scoprono “digitali” e “condivisibili” sui social. E tra quelle da visitare senza lasciare il divano di casa ci sono anche tre italiane: Piazza del Duomo di Pisa, Pompei e Stabia. In tutto sono oltre 25 i luoghi iconici di tutto il mondo mappati dal colosso, tra cui il Palazzo di Al Azem a Damasco, in Siria, Bagan in Thailandia e l’antica Metropoli Maya di Chichen Itza in Messico.
L’idea nata da una distruzione Quando, nel 2001, Ben Kacyra vide in TV che..